Pericolo frane a Colle

da Casateonline

29 aprile

Due abitazioni evacuate. E' il bilancio della giornata odierna a Colle Brianza. Attraverso un'ordinanza pubblicata all'albo pretorio comunale, il sindaco Marco Manzoni ha disposto l'inagibilità temporanea di un immobile situato in Via San Nicola, nella frazione di Scerizza. Un provvedimento preso a causa delle copiose piogge che da giorni stanno interessando il territorio e che hanno provocato dissesti idrogeologici, con il parziale scivolamento del terreno proprio in corrispondenza delle due abitazioni. Ciò ha messo a rischio le condizioni di staticità del fabbricato, occupato da due famiglie: una residente a Colle Brianza, la seconda fuori provincia (si tratterebbe di una seconda casa). Insomma, una decisione presa a scopo precauzionale, dopo aver chiesto ''lumi'' alla protezione civile che sta monitorando la delicata situazione idrogeologica della zona di Scerizza. Sembra infatti che si sia formata una sorta di frattura nel terreno in corrispondenza della villa bifamigliare. Una crepa lunga un centinaio di metri e formatasi a poca distanza dall'ingresso delle due abitazioni. L'ordinanza dispone l'inagibilità temporanea dell'immobile, anche su consiglio dei tecnici dello Ster (ex genio civile) che quest'oggi hanno effettuato un sopralluogo sul posto. Solo l'evolversi delle ore potrà fornire ulteriori indicazioni sulla situazione. Nella zona sono presenti anche altre abitazioni, ma dalle informazioni raccolte pare non corrano alcun rischio.
30 aprile

La frattura si è aperta di ulteriori 10 centimetri rispetto a ieri e ora il timore è che nei prossimi giorni il terreno possa cedere ulteriormente provocando un distaccamento del fronte franoso. Purtroppo non potranno rientrare nelle loro abitazioni le due famiglie di frazione Scerizza sfollate nella giornata di ieri. Protezione Civile e i tecnici dello Ster hanno effettuato nella giornata di oggi ulteriori sopralluoghi lungo il versante sottostante via San Nicola ma, seppur sotto costante controllo, la situazione di emergenza non sembrerebbe essere rientrata. "La pioggiacopiosa dei giorni scorsi ha aperto una frattura nel terreno larga circa 50 centimetri per una lunghezza di quasi 100 metri" spiega il geologo Penati. "Si tratta di un versante piuttosto inclinato sul quale sono costruite due abitazioni, già evacuate, una delle quali situata a circa un metro e mezzo dalla crepa. Purtroppo rispetto a ieri il terreno ha ceduto ulteriormente e si teme che nei prossimi giorni, una voltaassorbita l'acqua caduta in questi giorni, si avranno i cedimenti maggiori. La situazione è costantemente monitorata tuttavia le famiglie non potranno rientrare nelle case almeno fino a quando non si avrà un ritorno alla normalità". Le condizioni di staticità dei due fabbricati, una occupata da una famiglia residente a Colle Brianza e una seconda utilizzata come una seconda casa da un nucleo famigliare residente fuori provincia, è infatti tuttora a rischio. A emettere l'ordinanza di evacuazione, come noto, il sindaco Marco Manzoni che nel primo pomeriggio di ieri ha disposto l'inagibilità temporanea dei due immobili. "Purtropposi tratta di una crepa importante" commenta il primo cittadino. "Tuttavia stiamo monitorando costantemente la situazione. Regione Lombardia si è già interessata dell'accaduto. Metteremo in atto quanto necessario nella speranza che la situazione torni quanto prima alla normalità".



(fotografia Casateonline)


Commenti

Aggiungi un commento