Il Comitato ne ha fatta di strada. Parte seconda.


Nella prima parte (qualche post fa), riferivamo della distanza metaforica compiuta, più che fisicamente dal Comitato, da un suo documento, che, grazie al web, è stato utilizzato da un Comitato cittadino di Roma. Ora la distanza è quella che separa la realtà del Comitato da quella di una Associazione. Infatti sta nascendo l’Associazione Monte di Brianza. Dopo l’esperienza di circa due anni e mezzo di lavoro è tempo di diventare “grandi”, e non certamente inteso in modo autoreferenziale o megalomane, anzi….. grandi nel senso di “adulti” e, pertanto, assumersi delle responsabilità e mutare pelle e modalità di azione.

Il passo viene compiuto in un momento che non è per nulla esagerato definire storico e, anche per questo, vi rimandiamo per un approfondimento al Blog. Infatti accade proprio sulla soglia  di quel periodo in cui le sette amministrazioni comunali che hanno creduto nella bontà del progetto del PLIS del Monte di Brianza stanno portando nei propri Consigli Comunali l’approvazione della delibera di Convenzione, quale primo passo fondamentale ed istituzionale per il riconoscimento del Parco Locale di Interesse Sovracomunale.

Questo segna anche il passaggio di strategie diverse di azioni. Il Comitato fino ad ora ha svolto il ruolo caratteristico di queste aggregazioni estemporanee di associazioni e cittadini. Riunirsi per far fronte ad un’emergenza, far ripartire il dialogo tra cittadini ed istituzioni riconoscendo, allo stesso tempo, lo strappo esistente tra le due realtà. Strappo che, nel corso di questi ultimi anni, ha creato disaffezione verso il territorio di appartenenza devastato, più che dallo sfrenato sviluppo edilizio, dall’incuria e dalla ignavia.

Rimettere al centro le necessità di un territorio e adottare azioni concrete per dare risposte condivise attraverso strumenti adeguati. Ecco dunque le priorità in fatto di promozione, tutela e valorizzazione del Monte di Brianza.

Ora il Comitato diventa Associazione Monte di Brianza. Non “Amici” di questa o quella emergenza o peculiarità (che oltre tutto rischierebbero di avere un’idea deformata della situazione, decontestualizzandola) ma uno sguardo d’insieme ed omnicomprensivo sull’intero territorio quale contenitore delle micro realtà che questo, localmente, vive e con cui si trova quotidianamente a fare i conti. Un obiettivo certamente impegnativo ed ambizioso, al quale cercheremo di rendere onore con l’energia e la passione fin qui profuse.

E, dunque, da una situazione di urgenza ad un’altra in cui è necessario essere rappresentati a livello istituzionale per consolidare gli obiettivi fin qui raggiunti e porsi a fianco della nuova realtà che andrà a formarsi, per garantire l’appoggio necessario in termini di idee, progetti ed azioni. Per dare quindi continuità e non disperdere il patrimonio di esperienze e competenze accumulate in questi anni di impegno.

Associazione Monte di Brianza 

Commenti

Aggiungi un commento