Per Farfalle sul Monte di Brianza (puntata n. 19)

 

 
Farfalla osservata sui prati aridi di Campsirago a metà luglio:
 
 
BELLARGO
Polyommatus bellargus
 
 

 

 

 
Si tratta di un bel licenide, di apertura alare compresa tra 2,8 e 3,6 cm, il cui maschio ha le ali di colore blu brillante. La femmina invece ha la pagina superiore delle ali di color bruno con lunule marginali arancione. Il rovescio delle ali è simile nei due sessi. Agli inizi dell’autunno la farfalla mostra colori ancora più brillanti, specie il maschio. Il bellargo è presente in tutta la Penisola italiana fino al Monte Pollino in Calabria, dal livello del mare fino a circa 2000 m di quota. Predilige terreni calcareo-gessosi esposti a Sud e prati secchi.
 

 

 

 
Il suo ciclo biologico è caratterizzato da due generazioni annuali. Il bruco, svernante, si nutre di sferracavallo comune (Hippocrepis comosa), coronilla o erba ginestrina (Coronilla varia). I bruchi possono vivere anche a spese di alcune specie di formica. La pupa è posizionata all’ingresso dei formicai. E’ possibile osservare questa bella farfalla in volo da maggio a settembre.
 
La foto di seguito vi mostra l’accoppiamento tra due begli esemplari: il maschio a destra e la femmina a sinistra. Come potete notare il rovescio delle ali nel maschio è azzurro-grigio e nella femmina marroncino. Poi guardate che meraviglia nella sequenza delle foto: un maschio che apre piano piano le sue ali.
 
 

 

 
Continua…alla prossima puntata
 
Testo e foto di Laura Farina

Commenti

Aggiungi un commento