Grande successo per il Sentierone

da Casateonline
Grande successo di pubblico per la camminata promossa nella giornata di domenica dalle Guardie Ecologiche Volontarie del Parco del Curone, insieme a realtà associazionistiche locali e ai “colleghi” dei Parchi confinanti. In una giornata soleggiata di eccezionale limpidezza, resa possibile grazie al vento che ha caratterizzato buona parte del weekend, oltre 40 persone si sono date appuntamento alla stazione FS di Cernusco per vivere un’intensa giornata a contatto con la natura, attraverso i sentieri della Brianza. Giunti rigorosamente in treno da Lecco e Milano, gli appassionati di trekking e i passeggiatori hanno imboccato quello che in questi mesi è stato ribattezzato il “sentierone”, l’importante corridoio escursionistico ed ecologico che dalla pianura milanese conduce al Monte di Brianza e alle sponde del lago di Lecco. Insieme alle Gev e a una rappresentanza del Comitato Valle della Nava e dei “Quattro Parchi”, la comitiva ha iniziato la traversata da sud a nord del Parco di Montevecchia, raggiungendo l’abitato di Mondonico dove ad attenderli vi erano gli amici del Comitato Monte di Brianza. Nel corso della breve sosta il Comitato ha fornito ai presenti una testimonianza legata alla possibilità di istituire un Parco Locale Sovracomunale (PLIS) su gran parte del territorio della montagna, importante filo conduttore tra il Parco del Curone e quello del Monte Barro. A seguire i partecipanti hanno iniziato l’ascesa verso Campsirago dove ad attenderli vi erano le GEV dell’Adda Nord con un gruppo di 14 persone provenienti da Airuno. La vetta del San Genesio è stata raggiunta verso le 14.30, in leggero ritardo rispetto alla tabella di marcia, con il ricongiungimento del numeroso Gruppo del parco Barro che, accompagnato per buona parte del percorso dal Presidente Bonifacio, ha organizzato una visita all’Eremo di San Genesio. I partecipanti sono stati poi accolti dal Gruppo degl’Alpini del San Genesio che ha concesso ai camminatori la Baita per un meritato ristoro. Per il percorso di rientro è stato scelto il sentiero diretto alla stazione ferroviaria di Olgiate Molgora, dove i partecipanti sono giunti stanchi ma certamente soddisfatti e consapevoli di aver partecipato a un evento significativo che ha contribuito a lanciare il grande corridoio ecologico del Sentierone, rafforzando la necessità di salvaguardare un ambiente naturale importantissimo quale è il Monte di Brianza.

Commenti

Aggiungi un commento