Il C.R.O.S. di Varenna è con noi

Riceviamo e pubblichiamo l’adesione all’azione del nostro Comitato da parte del CROS (Centro Ricerche Ornitologiche) di Varenna
Perchè il C.R.O.S. (Centro Ricerche Ornitologico Scanagatta) appoggia e sostiene l’istituzione del PLIS del Monte di Brianza?
Il nome è altisonante, ma il nostro stile è proprio l’opposto! Ci piace uscir di casa con abiti comodi e poco appariscenti, tenere il binocolo al collo, e muoverci silenziosi e attenti per cogliere i segnali che l’ambiente comunica attraverso il canto e il volo degli uccelli.  Tante specie da incontrare e osservare, affascinanti perchè diverse nei comportamenti, nei colori e nelle forme. Ogni giorno è un invito alla scoperta o la gradita conferma di quanto già osservato, certamente è un’occasione per divertirsi e ricaricarsi in natura. Ma con il tempo il “birdwatching” diventa anche una passione che aggiunge conoscenza, studio e attenzione per i luoghi e le persone.  Gli uccelli infatti sono importanti bioindicatori della qualità del territorio. L’arrivo di una nuova specie che colonizza l’ambiente naturale, o la mancanza di un’altra osservata fino all’anno precedente, sono infatti indici di cambiamenti in corso, purtroppo non sempre migliorativi.
Da tempo nelle nostre campagne le allodole non cantano più sopra i campi coltivati, l’abbandono di ampie porzioni di campi e prati ha permesso alla vegetazione di colonizzarli con la conseguente rarefazione di specie legate proprio a questi ambienti, come ad esempio il Saltimpalo o l’Averla piccola. Se da una parte l’abbandono e il crollo di casine o vecchi nuclei rurali il più delle volte produce un nodo alla gola, la loro ristrutturazione allontana da essi specie già in grande sofferenza come
la Civetta o il Barbagianni.
Oggi la nostra Brianza è deturpata dall’edilizia eccessiva, le coltivazioni locali lasciano spazio all’agricoltura intensiva o all’ennesimo capannone industriale, avanza l’incuria dei boschi e degli spazi pubblici, ci sono sempre più strade per un traffico sempre più congestionato.  La situazione ci spinge allora ad uscire dalla nostra nicchia di osservatori e studiosi per impegnarci per la difesa e salvaguardia del nostro territorio, almeno di quanto rimane. Così sosteniamo con convinzione il comitato per la richiesta di istituzione del PLIS del Monte di Brianza, un forte segnale di cambiamento di rotta.  E’ il desiderio della gente di tornare ad occuparsi della propria “casa”, tornare a credere nell’essere più che l’apparire, immaginare cioè una vita in armonia con i luoghi e le persone, e per noi del CROS, in particolare, con il mondo alato!  
Giuliana Pirotta (coordinatrice CROS Varenna)

Commenti

Aggiungi un commento