Segnalazioni alla Soprintendenza dei Beni Archeologici della Lombardia

Nell'ambito delle attività volte alla valorizzazione del territorio del Monte di Brianza, l'associazione Monte di Brianza ha posto la propria attenzione nei confronti del patrimonio naturalistico, paesaggistico e culturale.
A tal proposito, da qualche anno, una parte di riguardo è dedicata agli aspetti storici ed archeologici.
A due anni dalla segnalazione alla Soprintendenza dei Beni Archeologici della Lombardia del ritrovamento di un masso con coppelle ed incisioni nel territorio di Colle Brianza un altro ritrovamento, questa volta in territorio di Olgiate Molgora, ha riguardato un masso con incisioni anch'esso segnalato alla Soprintendenza.
In alcuni casi, le testimonianze del nostro passato riemergono dopo decenni o secoli di interramenti o di edera e rovi invasivi che le hanno celate al nostro sguardo. Altre volte, queste, si trovano sotto gli occhi di tutti fino al punto da diventare scontate o banali oppure , di essere conosciute da tutti tranne che agli organi competenti in materia.
Basta dare uno sguardo alla carta Archeologica della Lombardia del 1994 e al successivo aggiornamento del 2009 per rendersi conto di come la nostra collina sia ancora una tavola bianca.

Per questo in passato sono stati segnalati i due massi avello delle fontane di Ravellino e Cagliano, frazioni di Colle Brianza.
Ora, a corredo di questo nuovo ritrovamento sono stati  segnalati un altro masso avello utilizzato per la raccolta delle acque della fontana di San Carlo a Galbiate, dei resti di edifici e costruzioni noti come " i Mort del Secaù " ( Morti dell'essicatoio ) ad Olgiate Molgora e la Rocca di Airuno .
Da conoscitori ed amanti di questo territorio pensiamo di poter e dover dare il nostro contributo per colmare una lacuna e contribuire così alla costituzione della mappa  delle testimonianze storiche ed archeologiche del Monte di Brianza.
Tutto questo per restituire ed attribuire il giusto e doveroso valore a degli elementi che, pur se caduti in una sorta di oblio,  caratterizzano ancora fortemente il nostro territorio.

Pertanto pensiamo di fare cosa gradita portare alla Sua attenzione le segnalazioni in oggetto quale elemento di collaborazione ed integrazione tra istituzioni ed associazioni del territorio.
Grazie per l'attenzione.

Cordialmente
Associazione Monte di Brianza