Blog

Una castagna per un Parco

Continua la raccolta firme.
Domenica 31 ottobre ci sarà un punto di raccolta al Circolo Arci "La Locomotiva"  di Osnago, a partire dalle ore 15,00 in occasione dell'evento "Caldarroste e vin brulè - una castagna per un Parco".
Questa manifestazione era inizialmente prevista per domenica 24-10, rinviata poi al 31-10 causa pioggia.
Ringraziamo gli amici de "La Locomotiva" per il contributo.

Il Monte di Brianza nella storia

Tra le nostre pagine è da poco attiva una sezione dedicata alla storia del nostro Colle.
Questo lavoro è stato redatto da Anselmo Brambilla, apprezzato storico locale e grande amico del Comitato e del San Genesio, e vuole essere il primo di una serie di approfondimenti sul Monte di Brianza che il Comitato vuole offrire a tutti coloro i quali sta a cuore questo territorio.
Ringraziamo Anselmo per il suo contributo.

Il Comitato chiede l'incontro con i sindaci

Il Comitato Parco Locale del Monte di Brianza, al fine di sensibilizzare in modo concreto tutte le amministrazioni coinvolte nel territorio del PLIS, ha formalmente inviato ai tredici sindaci dei comuni interessati una richiesta di incontro per illustrare il progetto del parco Locale.

Calco 16 ottobre 2010



Alla cortese attenzione del Sig. Sindaco e giunta del comune di:
Airuno,
Brivio,
Castello Brianza,
Colle Brianza,
Dolzago,
Ello,
Galbiate,
Garlate,
Oggiono,
Olgiate Molgora,
Olginate,
Santa Maria Hoè,
Valgreghentino.






Oggetto: Parco locale di interesse sovraccomunale ( PLIS ) del  monte di Brianza. Richiesta di incontro con il Sig. Sindaco e Giunta comunale.

Io sottoscritto Franco Orsenigo, nato a Calco, Lc l’11.08.1960 e residente a Calco,Lc, in via San Gottardo,22, in qualità di portavoce del Comitato parco locale del monte di Brianza,
chiede
un incontro con il sig. Sindaco e  Giunta comunale. Obiettivo dell’incontro è promuovere il dialogo tra tutti gli attori interessati, quali comuni, provincia e associazioni locali e valutare insieme, alla luce degli strumenti tecnici-amministrativi, quali P.G.T. e P.T.C.P., la possibilità di arrivare ad una proposta condivisa in materia di sviluppo, promozione e tutela del territorio.

Gli incontri con le amministrazioni comunali interessate dalla proposta del parco, insieme alla raccolta firme e a momenti di propaganda e sensibilizzazione, rientrano nella strategia che il comitato si è dato, al fine di raggiungere lo scopo per il quale è nato: La salvaguardia, la tutela e la valorizzazione del monte di Brianza attraverso l’istituzione del parco locale di interesse sovraccomuale ( PLIS ).

CAI: progetto "SENTIERI SICURI"

“Sentieri Sicuri” è un progetto del C.A.I. pensato per promuovere iniziative volte alla tutela e alla valorizzazione dell’ambiente; in particolar modo prevede la risistemazione di alcuni sentieri del Monte di Brianza e la loro manutenzione, nonché la loro valorizzazione, nell’intero territorio provinciale, per mezzo della realizzazione di itinerari guidati.
Il progetto si inserisce nelle attività di conservazione e miglioramento dei sentieri che il CAI di Calco svolge con continuità da moltissimi anni, a fianco delle escursioni e di altre iniziative sociali e culturali.
L’attività sul territorio del Monte di Brianza prevede 6 domeniche di lavoro con almeno 3 squadre di volontari, composte ciascuna da 5/6 persone.
Nell’arco dell’anno questi turni impegnano circa 50 soci.
L' intervento è finalizzato alla manutenzione-prevenzione antincendio dei sentieri e al recupero di antichi manufatti (lavatoi, edicole ….), alla conservazione delle sorgenti, al rinnovo della segnaletica.
Inoltre, con questo progetto, il CAI è in grado di intervenire anche nei giorni feriali in caso di emergenza (caduta di alberi, piccoli smottamenti o altro).
Questa attività sul territorio, che dura da ormai vent’anni, ha consentito di predisporre una cartina specifica della zona, che riporta i principali sentieri e comprende cenni storici e naturalistici e ci ha permesso di coinvolgere le Amministrazioni Comunali interessate alla distribuzione del pieghevole della cartina stessa ai loro cittadini.
In questo campo di intervento, l’ultima idea a cui si sta lavorando è quella di coinvolgere altre sezioni del C.A.I., ubicate in zone dove non esiste collina o montagna, per far loro “adottare” un sentiero e permettere, in tal modo, sinergie importanti a favore del Monte di Brianza.
Più in dettaglio gli obiettivi e le attività previste dal progetto sono:
1)      Riqualificare il sentiero N. 1 del circuito del Monte San Genesio per permettere il     collegamento tra Galbiate e Olgiate Molgora;
2)      Mantenere percorribili e puliti gli 11 sentieri appartenenti al circuito del Monte San Genesio;
3)      Rendere accessibili e fruibili tali sentieri anche alle persone affette da disagio psichico in escursioni con accompagnamento, attività che già da un anno la Sezione di Calco sta svolgendo;
4)      Manutenzione e pulizia delle sorgenti che alimentano l’antico lavatoio di Campsirago;
5)      Stampa di materiale illustrativo e promozionale.
Concludendo, vale la pena di sottolineare che soltanto la preziosa attività dei volontari, il loro tempo, le loro competenze, il loro entusiasmo e la loro fatica renderanno concreto questo progetto, in tutto il suo valore ambientale, sociale e culturale.

Il nostro Comitato naturalmente appoggia questo progetto, e invita i suoi membri e tutti coloro che hanno a cuore il nostro territorio  a partecipare attivamente alla pulizia periodica dei sentieri, necessaria base di partenza per una reale e concreta tutela del Monte di Brianza.

Pagine