Blog

La nostra azione. La difesa dell’ambiente.

A volte per comprendere quello che si sta facendo è necessario contestualizzare, guardarsi attorno, uscire dai limiti geografici e pensare in grande. Ci sono fatti, azioni, parole dette che rimandano in modo particolarmente efficace il senso della tua azione. A tal proposito Salvatore Settis, ex rettore della Normale di Pisa, nonché storico dell’arte  e archeologo, ha affermato: chi distrugge il paesaggio e il territorio distrugge la memoria. Concetto che trova la sua visibilità attraverso le potenti, quanto disarmanti, immagini proposte da Oliviero Toscani nella sua iniziativa "Il Nuovo Paesaggio Italiano". Abituato ad essere visto come un  “provocatore “ Toscani rimanda al mittente la definizione, indirizzandola a tutte quelle categorie di persone, professionisti, amministratori e politici che nel corso dei decenni hanno consentito che il territorio ed il paesaggio venissero aggrediti senza pietà. Senza dimenticare il lavoro del FAI ( Fondo per l’ambiente Italiano ) che caparbiamente da anni cerca di salvare gioielli storici, angoli di incontaminata bellezza naturalistica o architettonica. Naturalmente vale la pena ricordare Legambiente, WWF,CAI e Italia nostra, perchè non siano soli. Il nostro impegno dovrà essere quello di evitare che rimangano anche in pochi divenendo una sorta di minoranza di romantici. In un paese dove l’unico modo di valorizzare il territorio sembra essere quello di costruirci sopra, senza badare troppo al contesto, al rispetto e allo stile architettonico del luogo, azioni come queste ci riconciliano con il paese che è stato la culla e l’inventore del Paesaggio.
Franco Orsenigo (portavoce Comitato)

P.S. Durante la festa del Volontariato che si è tenuta domenica 31-10 a Calco abbiamo ricevuto un piccolo ma significaticvo riconoscimento  da parte dell'amministrazione comunale calchese (immagine seguente). Nell'attesa che anche le amministrazioni coinvolte nel nostro progetto possano riconoscere il nostro impegno, ringraziamo il sindaco Fumagalli, tutta la giunta e gli organizzatori della manifestazione.

Festa del Volontariato a Calco

Sabato 30 ottobre e domenica 1 novembre ci sarà un punto raccolta firme a Calco in occasione della Festa del volontariato.

Il nostro Logo

In occasione del Fierone di Oggiono, detto anche di S. Andrea, avendo fatto bella mostra di sè, abbiamo tenuto a battesimo il logo del Comitato. Un poster e uno striscione davvero belli e possiamo garantire, hanno sortito l’effetto desiderato. Non passavano inosservati!
Mi corre dunque l’obbligo di ringraziare chi ha reso possibile ciò attraverso la stampa.
Grazie di cuore dunque a Lorenzo Merlo per la disponibilità e per la gentile collaborazione.

Plis e castagne

Plis e castagne

Nelle ultime due occasioni il comitato ha raccolto firme avendo vicino caldarroste che cuocevano sul fuoco. Nel caso poi della castagnata del CAI di Calco svoltasi a Mondonico, l’essere stati proprio li sotto ai “ mort del secau” ( morti dell’essicatoio, lazzaretto o tomba sorta in luogo di un importante essicatoio di castagne ) la cosa aveva un chè di evocativo.

Viene infatti riproposto una sorta di passaggio di consegne tra tradizione e modernità e, per chi come noi, vorrebbe che i nostri boschi tornassero ad essere qualcosa di più che un pretesto per una passeggiata o una raccolta, di castagne o funghi, per passare una domenica, vederli invece invasi dai rovi, in preda all’abbandono e nella maggioranza dei casi ammalati non può che far riflettere.
Dunque in queste castagnate c’è una dichiarazione di amore e di accanimento a non voler abbandonare i nostri boschi. Non a caso alla mattina alcune squadre di volontari hanno compiuto dei lavori di manutenzione lungo i sentieri del monte di Brianza. Solo dopo ci si è potuto dedicare alle “burolle” ( caldarroste ) quasi a voler mettere in scena una sorta di rito laico di ringraziamento.
E anche in un’altra castagnata, questa volta organizzata dal circolo “
la Locomotiva” di Osnago domenica 31-10, si raccoglieranno firme a sostegno dell’azione del comitato.
Franco Orsenigo (portavoce Comitato)

Pagine