A proposito della fontana di Campsirago, o meglio: quando le risposte fanno... ...acqua da tutte le parti !!

Su LA PROVINCIA, SABATO 19 NOVEMBRE 2016

 

A proposito della fontana di Campsirago, o meglio : quando le risposte fanno……acqua da tutte le parti !!

Leggendo la replica del sindaco di Colle Brianza, ci convinciamo che le perplessità espresse nel nostro primo intervento, circa la volontà di intervenire sulla questione dell’acqua della fontana di Campsirago, erano più che motivate. Ci sono voluti ben sette anni di proclami e buone intenzioni : vedremo, faremo, cercheremo e anche ora, nella sua replica, Manzoni si dimostra coerente con questa linea di “ non azione”.
Certo , che la situazione fosse intricata e complessa lo sapevamo.
Conosciamo anche la difficile situazione economica in cui versano i nostri comuni.
Ma almeno adesso, dopo sette anni, sappiamo con certezza che non se ne farà nulla.
Prendiamo atto anche se continueremo a monitorare la situazione.
Peccato perché a Colle sanno che ci sono associazioni, privati e cittadini che darebbero volentieri una mano pur di risolvere la vicenda.
Peccato perché in sette anni si sarebbero potuti accantonare le risorse per i lavori.
Peccato perché delle condutture di acqua potabile passano, per servire le case circostanti, vicine al lavatoio.
Peccato perché sulla questione finanziamenti, non si vede molta  lungimiranza nel pensare a bandi regionali, fondazione Cariplo o della Provincia o a nuove modalità come il crowdfunding.
Peccato perché in questo modo, guardare a Campsirago, vuol dire guardare esclusivamente ad un intervento edilizio che ha letteralmente “ fatto fuori “ le  memorie storiche del luogo emarginandole dal contesto rurale in cui si trovano e privandole della loro centralità nella comunità locale.  Il lavatoio senza acqua e la chiesina di San Bernardo, cadente.
In questo modo, il recupero di Campsirago non può dirsi totalmente compiuto.

Associazione Monte di Brianza

Commenti

Aggiungi un commento