E’ VIETATO !

Apprendiamo dalla rete di una manifestazione/esibizione di mezzi motorizzati che si svolgerà il 18 Settembre ad Aizurro ricordando che nel territorio comunale di Airuno fa bella mostra di sé questo cartello

Naturalmente il cartello non dice tutto e approfondendo i contenuti dell’ ordinanza n° 1 del 18.8. 1984 si scopre che, in forza della stessa (che non ci risulta mai revocata): “con effetto immediato è vietato l’uso e la pratica del “moto cross” e dei veicoli fuori strada, nonché di ogni altro veicolo similare su tutte le strade mulattiere, sui sentieri di bosco, sui pascoli e boschi e sui prati comunali e PRIVATI, sui parchi e sui giardini ; i trasgressori della presente ordinanza verranno puniti ai sensi di legge ; gli agenti comunali, le guardie forestali ed i carabinieri sono incaricati di fare eseguire la presente ordinanza”.

E dunque ci chiediamo : Perchè ? O meglio : come mai ?
Cogliamo l’occasione per fare un appello a tutti i sindaci del Monte di Brianza affinché mettano in campo tutte quelle azioni perché sui sentieri del nostro territorio si concretizzino le condizioni di sicurezza e di rispetto della legalità al pari di quello che succederebbe ad un incrocio stradale.

Perché la questione è sempre quella: rispetto delle regole e tutela delle persone prendendo spunto da un comune che, emettendo un’ordinanza, per quanto semplice e disarmante, ne ha anticipato i contenuti con provvedimenti che, di fatto, assimilano e nobilitano il territorio verde a quello del tessuto urbano tutelando i diritti dei cittadini.

Nel 1984 !

Con il solo appunto che le ordinanze andrebbero fatte rispettare...

Associazione Monte di Brianza

Commenti

Aggiungi un commento