La Provincia non riconosce il PLIS: l'esclusione di Dolzago

La Giunta provinciale con il documento di delibera N° 257 del 16-12-2013 non ha riconosciuto l'interesse sovracomunale del PLIS presentato dai 7 comuni (Airuno, Brivio, Dolzago, Garlate, Olginate, Olgiate Molgora, Valgreghentino).La motivazione riportata dalla giunta è la seguente:

"non si ravvisa l’interesse sovracomunale della piccola porzione di territorio del Comune di Dolzago, che è disgiunta dal resto del territorio di cui si è chiesto il riconoscimento"

Viene suggerito tuttavia che il progetto PLIS del Monte di Brianza verrà riconosciuto quando ripresentato includendo il territorio dei soli 6 comuni di Airuno, Brivio, Garlate, Olginate, Olgiate Molgora, Valgreghentino.

Come Associazione Monte di Brianza esprmiamo il nostro vivo rammarico per la mancata approvazione del progetto.
Se da un lato si raccoglie un segnale positivo per il completamento del corridoio ecologico lungo l'Adda (Montevecchia - Monte Barro), dall'altro non possiamo che sottolineare con forza che la perimetrazione provinciale preveda che 13 comuni facciano parte del PLIS. 
Ciò risulta dall'omogeneità e dalla continuità del loro territorio collinare e montano, che non è certamente incrinata o separata da risvolti burocratico-tecnico-amministrativi.
Riteniamo infatti che l'interesse sovracomunale non sia messo in discussione dalla presenza di Dolzago, ma piuttosto debba essere completato con l'adesione dei comuni che mancano attualmente nella proposta.
La prestesa continuità territoriale ci risulta in quest'ottica una motivazione piuttosto debole.

La presenza di Dolzago la riteniamo quindi significativa per affermare che tutta l'area del Monte di Brianza (e non solo il versante est) possa orientarsi verso una gestione unitaria e responsabile del suo patrimonio ambientale, culturale ed umano nella sua accezione più ampia. 

Dobbiamo, nostro malgrado, accettare (dolorosamente) di partire (dopo un'attesa di 30 anni) senza un comune che credeva nel PLIS come strumento di sviluppo del suo territorio.

Per ora non possiamo che invitare i comuni ed il capofila Olgiate a ripresentare la nuova proposta del PLIS a 6 comuni, in modo da vedere la nascita del parco e del corridoio ecologico.

Continueremo però ad impegnarci per fare in modo che anche i comuni attualmente non aderenti entrino a far parte del progetto.

Commenti

Aggiungi un commento