Ecco le BAT-BOX!


Dopo le cassette nido, ecco le bat-box!
Il Comitato, come modo per auto-finanziarsi e nell’ottica di aiutare i nostri amici alati (anche se di specie un po’ diversa..) ha deciso di proporre ai nostri simpatizzanti anche le Bat-box, le tane per i pipistrelli.
Un Chirottero, ordine al quale appartengono appunto i  Pipistrelli,  può predare in una sola notte fino ad alcune migliaia di insetti. Inutile dirlo che tra questi figurano anche le zanzare. D’obbligo invece ricordare come le zanzare tigri siano attive durante il giorno , mentre i Pipistrelli lo siano di notte! Dunque, che i Pipistrelli siano utili, e anche in questo caso occorre ricordare, non risolutivi, appare chiaro. Dobbiamo tuttavia attenerci al rigore scientifico, smontando le credenze , sull’onda emotiva del “battage mediatico”che lo scorso anno, oltre ad aver celebrato i pipistrelli come insetticidi naturali, ha tuttavia generato qualche motivo di confusione. Di sicuro ha contribuito nel riabilitare creature che sembravano capaci di succhiare il sangue delle loro vittime ( quanto meno, non le specie che abitano le nostre latitudini !.Del resto in passato, per praticare un salasso si ricorreva alle sanguisughe……e non certo ad un Pipistrello ), credendoli i messaggeri di un famoso conte della Transilvania o di attaccare l’uomo attaccandosi ai loro capelli. Di sicuro stiamo parlando di un gruppo di vertebrati in grave sofferenza , a causa degli abbattimenti illegali e dei cambiamenti occorsi ai luoghi da loro frequentati. Infatti la ristrutturazioni di cascine e ruderi e la perdita di naturalità dell’ambiente con utilizzo di pesticidi e fitofarmaci hanno fatto mancare i siti idonei, oltre che elementi importanti, al loro ciclo biologico. Un aiuto concreto può essere fornito dalle Bat-Box , o meglio: Cassette per i Pipistrelli. Quella proposta dal Comitato si ispira al modello elaborato dal Museo di Storia Naturale, Università di Firenze, sezione di Zoologia “
La Specola”. Questa è particolarmente adatta alle specie che frequentano gli ambienti urbani  e in Europa, delle circa 30 specie esistenti, tutte dichiarate rare, quando non addirittura in pericolo di estinzione, solo 14 utilizzano, a vario titolo le cassette artificiali.
La Bat-BOX potrà essere collocata, anche a gruppi di due o tre sotto la grondaia del tetto, anche a notevole altezza. Essendo posizionata al riparo dagli agenti atmosferici si dovrà evitare assolutamente di trattarla con prodotti protettivi, in quanto, contrariamente agli uccelli, i pipistrelli sono dotati di un olfatto molto sensibile.
Sarà consigliabile posizionarla con esposizione che potrà andare da sud-est a sud-ovest, evitando il nord. La nostra BAT-BOX sarà utilissima soprattutto per il periodo estivo quale riposo diurno, parto e allevamento della prole. Per il letargo invernale i nostri amici cercheranno un luogo maggiormente isolato dai rigori invernali. Vale infine la pena di ricordare che tutte le specie di chirotteri, sono protette dalla legge italiana in materia.
Grazie per il contributo…..i Pipistrelli (e il Comitato) ringraziano!
Nota tecnica.
Per il fissaggio è consigliabile ricorrere a dei tasselli ad espansione con due ganci a vite, oppure a due grossi chiodi di acciaio, del tipo “da cantiere”. Assicurarsi che il fissaggio impedisca alla cassetta di cadere in caso di vento forte.
p.s.: Il Comitato declina ogni responsabilità per fissaggi non eseguiti a regola d’arte.

Commenti

Aggiungi un commento